info[@]tuv-thuringen.it   +39.0521.805715
Gli standard ISO aiutano laddove creano unificazione nel mercato
22 Feb

Gli standard ISO aiutano laddove creano unificazione nel mercato

Gli standard ISO aiutano laddove creano unificazione nel mercato_logo_bulgari-01In occasione dell’assegnazione dell’importante riconoscimento ISM Award Miglior Innovazione di Prodotto abbiamo intervistato Roberto Bulgari della Bulgari Agostino srl, una delle aziende con la certificazione ISO 9001 TÜV Thüringen Italia più “longeva”.

TTI: Bulgari Agostino srl è una azienda con un’importante storia alle spalle. Vuole presentare, brevemente, la Sua azienda dagli inizi ad oggi? 

RB: La Bulgari Agostino fu fondata dalla nostra famiglia nel 1880. Sorta inizialmente come impresa artigianale per la produzione di meringhe e spumiglie, ha sempre avuto il suo laboratorio a Pavone del Mella, nella Provincia Bresciana. Il salto di qualità della Bulgari Agostino si colloca negli anni ’60, quando l’attività venne trasferita in una sede produttiva più ampia, in un’altra zona del paese. Il cambiamento di sede coincidette con la prima grande innovazione, la produzione del famoso “Negrettino”, il dolce spumoso ricoperto di cioccolato con un biscotto alla base. La successiva affermazione, sul piano commerciale, si situa negli anni ’90 quando iniziò la produzione del Marshmallow, trampolino di lancio per i mercati esteri. Attualmente a gestire gli impianti produttivi ci sono mio padre Agostino, il patron della Bulgari, insieme alla moglie Caterina e a noi figli Riccardo e Roberto. La Bulgari Agostino ha saputo rinnovarsi proprio tramandando la passione e la serietà professionale di generazione in generazione.

TTI: Immaginiamo che nel corso degli anni, oltre all’ampiamento dell’azienda siano mutati anche tecniche, tecnologie e prodotti. Oggi, nel 2017, quali sono i punti chiave su cui si basa la vostra strategia aziendale?

RB: La centenaria esperienza e l’attenzione accordata alle materie prime e alle loro lavorazioni ha permesso di raggiungere notevoli obiettivi in termini di qualità e di innovazione dei prodotti. La nostra linea produttiva prevede tre famiglie: la meringa (il prodotti storico della ditta, con forme tridimensionali, fragola, arancio, limone), il Negrettino (una cupola di albume d’uovo e zucchero ricoperta di cioccolato, con un biscotto alla base) e il più recente Marshmallow (con forme di vario genere, anche se caratteristica della ditta è la forma tridimensionale ricoperta di zucchero cristallino, il classico zucchero da cucina). In più possibilità di ripieno di crema di cioccolato o gelatina di frutta.  La tecnologia di produzione del Marshmallow è un sistema ibrido innovativo ideato da Bulgari Agostino srl. Il nostro scopo è da sempre la ricerca del prodotto difficile e “impossibile” da creare. La strategia aziendale è l’innovazione, essere anche più di un passo avanti agli altri. Per fare un esempio, sono quattro anni che la Bulgari Agostino realizza l’estruso con succo di frutta al 4% (la Bulgari Agostino è l’unica che produce Marshmallow con succo di frutta). Abbiamo persino creato un Marshmallow balsamico, con liquirizia, un Marshmallow stampato (che ha avuto particolare successo in Corea con le faccine di gatti). Particolare considerazione poi è rivolta alla salute, grazie alla scrupolosa attenzione per la rintracciabilità del prodotto, l’utilizzo di coloranti non azoici e una linea di produzione gluten-free. 

Gli standard ISO aiutano laddove creano unificazione nel mercatoTTI: Di recente alla vostra azienda, durante la fiera ISM a Colonia, è stato riconosciuto l’ISM Awards Miglior Innovazione di Prodotto”. Un riconoscimento che premia la vostra azienda ma anche la vostra famiglia, visto che “la conduzione familiare” è uno dei punti di forza di Bulgari Agostino srl. Come è stata accolta la notizia del premio?

RB: Anzitutto è d’obbligo una curiosa premessa. Il prodotto “Marshmallow Margherite” è stato iscritto al concorso senza pensare di poter anche solo concorrere al premio. Pertanto il riconoscimento è stato accolto con grande piacere ma anche con grande stupore, non era mai capitato che in tutti questi anni venisse premiato un prodotto per l’innovazione e la forma. Il premio è sempre stato conferito per il confezionamento, il sapore, o la presentazione, quasi mai per l’innovazione. L’ISM Award è particolarmente apprezzato proprio perché è stata riconosciuta, in una delle più importanti kermesse dedicate al mondo dei dolci e della pasticceria, quella che da sempre è la chiave della nostra strategia aziendale.

TTI: Fra i clienti di TÜV Thüringen Italia srl la vostra azienda è una di quelle con la certificazione ISO 9001 più “longeva”. Quanto è importante adeguare il proprio processo aziendale agli standard ISO?

Gli standard ISO sono utili perché portano i processi aziendali ad essere razionali, sicuri e rintracciabili.

RB: In un mercato sempre più globalizzato, la certificazione ISO 9001 è essenziale per un’azienda che, come la Bulgari Agostino, fa dell’export il suo punto di forza. Attualmente circa il 60% del nostro fatturato è rappresentato da prodotti esportati. Gli standard ISO aiutano laddove creano unificazione nel mercato. Inoltre sottolineo che siamo stati tra le prime aziende artigiane ad essere certificate ISO 9001. Eravamo un’azienda di piccole dimensioni. Abbiamo subito iniziato a lavorare con l’estero. Non c’era ancora la HACCP, non esisteva un piano di autocontrollo. La ISO 9001 ha costituito uno slancio per aprirsi al mercato estero. È anche grazie alla certificazione che i nostri prodotti sono così apprezzati all’estero. 

TTI:  Non le rubiamo ulteriore tempo. Le chiediamo però un’ultima considerazione. Quale consiglio, in base alla sua esperienza, si sentirebbe di dare alle aziende che stanno pensando di ottenere la certificazione?

RB: Sono sempre stato molto favorevole alle certificazioni. La certificazione è utile perché porta a ragionare con un ordine di lavoro (rintracciabilità del prodotto e della tecnologia, un sistema di produzione pianificato e monitorato), inoltre contribuisce alla sicurezza nei cicli produttivi. È importante però che la preparazione all’audit sia pronta per tutto l’anno. La certificazione è uno spunto per il miglioramento, ma anche un momento di gratificazione quando l’ispettore dà riscontri e commenti positivi sul processo di gestione aziendale.

È bene ricordare inoltre che il mercato della certificazione è richiesto molto non solo all’estero, ma anche in Italia, in particolare dalla grande distribuzione.

Comments are closed.

Corso Eguaglianza, 4 - 43044 Collecchio - PR - IT - 0039.0521.805715 - info[@]tuv-thuringen.it